Il Ticino dice no


Il Governo Ticinese dice NO ai cannabis social club. 

Testualmente: “In Ticino non sussiste un’emergenza canapa, pertanto non chiederemo di avviare il progetto pilota propostoci” ..inoltre “Abbiamo indicato all’Ufficio federale della sanità pubblica il nostro interesse a che l’eventuale sperimentazione sociale in altri cantoni abbia luogo in un contesto istituzionale adeguato”. Il Governo Ticinese non si oppone infatti a che iniziative simili vengano attuate altrove in Svizzera.
Ma un risultato l’ACRT (Associazione Cannabis Ricreativa Ticino) l’ha ottenuto. Per la prima volta infatti un documento governativo riconosce il problema delle sostanze in circolazione: “L’attuale contesto del mercato nero non consente di rilevare compiutamente le caratteristiche della canapa e dei prodotti derivati”. In particolare, scrive il Governo, “nei derivati della canapa (hashish) presenti sul mercato nero la tipologia delle sostanza da taglio può variare anch’essa di molto e alcune delle sostanze riscontrare sono dannose”. Un primo passo, una dichiarazione che potrebbe aprire le porte all’introduzione di un testing. Una presa di coscienza del Cantone che potrebbe anche aprire gli occhi ad alcuni “benpensanti” ostinati.

CannabisTi Cannabis Ticino Continua a leggere Il Ticino dice no

Annunci