CannabisTi Cannabis Ticino

Il Ticino dice no


Il Governo Ticinese dice NO ai cannabis social club. 

Testualmente: “In Ticino non sussiste un’emergenza canapa, pertanto non chiederemo di avviare il progetto pilota propostoci” ..inoltre “Abbiamo indicato all’Ufficio federale della sanità pubblica il nostro interesse a che l’eventuale sperimentazione sociale in altri cantoni abbia luogo in un contesto istituzionale adeguato”. Il Governo Ticinese non si oppone infatti a che iniziative simili vengano attuate altrove in Svizzera.
Ma un risultato l’ACRT (Associazione Cannabis Ricreativa Ticino) l’ha ottenuto. Per la prima volta infatti un documento governativo riconosce il problema delle sostanze in circolazione: “L’attuale contesto del mercato nero non consente di rilevare compiutamente le caratteristiche della canapa e dei prodotti derivati”. In particolare, scrive il Governo, “nei derivati della canapa (hashish) presenti sul mercato nero la tipologia delle sostanza da taglio può variare anch’essa di molto e alcune delle sostanze riscontrare sono dannose”. Un primo passo, una dichiarazione che potrebbe aprire le porte all’introduzione di un testing. Una presa di coscienza del Cantone che potrebbe anche aprire gli occhi ad alcuni “benpensanti” ostinati.

CannabisTi Cannabis Ticino

 

Come volevasi dimostrare.. io lo sapevo che avrebbero detto no. Tuttavia non sembra un no assoluto e irrevocabile, e poi hanno parzialmente riconosciuto e ammesso il problema. Ormai hanno dovuto fare una specie di compromesso, per non passare completamente per tonti. ..anche se.. non fanno proprio una bella figura. ..va beh.. pazienza. Povero Ticino..

Facciamo un esempio. Conoscete l’assenzio?
In Svizzera l’assenzio fu proibito nel 1907. Era diventato una sostanza illegale come il veleno, tuttavia si poteva trovare qua e la grazie alle distillerie clandestine. Successivamente questi articoli di legge furono revocati, così il 1º marzo 2005, l’assenzio divenne ancora legale.

130 mila litri di assenzio ad un anno dalla legalizzazione. Diceva un articolo dell’epoca [fonte Ticinonline]
Tutti felici e tranquilli, perche si tratta semplicemente di alcol, una qualsiasi bevanda contenete alcol ..una delle tante. Niente di grave, la chiamano anche cultura ..ignorando il fatto che parliamo di una sostanza tossica e letale per l’organismo, quella che ti distrugge irreversibilmente le cellule celebrali, o il fegato, o causa atroci malattie ecc.. Tutto bene, andiamo avanti cosi, altrimenti si svuoterebbero le case di cura 😉

La Cannabis fu proibita anche lei, viene sempre trattata ingiustamente come l’erba del diavolo, e tuttora rimane illegale. Mentre in realtà si tratta di una pianta a dir poco miracolosa. La soluzione ad una infinità di problemi. Un medicinale fantastico che sta sorprendendo centinaia di ricercatori in tutto il mondo. La sostanza ricreativa per eccellenza, sicura, non dannosa, e senza effetti collaterali. La legalizzazione porterebbe solo benefici e vantaggi, soprattutto alla salute pubblica.
Ma purtroppo molte persone non sanno, non conoscono, o ignorano volutamente.
La Svizzera dovrebbe semplicemente revocare gli articoli anti-cannabis, e regolamentarne l’uso e la coltivazione (come si fa con vino, birra, assenzio, ecc..)

Perche non dovremmo legalizzare la Cannabis? Perche no?
Fatemi capire..
Forse perche ci sono troppi interessi in gioco ..tipo per esempio le potenti società farmaceutiche? ..o i produttori di bevande alcoliche? ..l’industria cimiteriale? ..le cliniche private? ..mah? ..chi altro potrebbe opporsi.. a parte quelli che non capiscono (o che non vogliono capire) ..e quelli che ci perderebbero in denaro?

Annunci

2 pensieri riguardo “Il Ticino dice no”

  1. NON VI RENDETE CONTO CHE CON I SOCIAL CLUB DATE LA POSSIBILITÀ ALLA MAFIA DI LEGALIZZARSI STRINGENDO LA MANO ALLO STATO?

    Droga da liberalizzare, regolamentare o no? Sul tema del drug testing: Galusero o Savoia chi ha ragione? Nell’articolo del Corriere del Ticino di Oggi relativo ai test per verificare la purezza delle droghe all’interno dei party o in appositi laboratori in città, viene mostrato come 2 politici di spicco abbiano opinioni controverse su un tema delicato, il quale é giusto approfondire. Dal canto mio sono più d’accordo con Galusero che con Savoia su questa tematica e ora su questa pagina vi dico perché.

    Secondo me, che ho parecchia esperienza in tale ambito, e quindi più competenze in materia dei politici in questione, tale proposta di fare un Drug Testing é buona perché davvero tra pastiglie, polveri e altre sostanze sopratutto sintetiche o semisintetiche, vi é una bassa percentuale di purezza, e spesso vi é un’alta percentuale di sostanze pericolose anche se non stupefacenti.

    Quindi come prima cosa dico che sono a favore di un Drug Testing messo a disposizione.

    Devo però anche precisare che sono anche d’accordo con Galusero sul fatto che si banalizza il problema!

    Questo perché le mode degli anni 90 hanno portato una parte della popolazione, quella integrata, la quale é sempre rimasta lontana da determinati ambienti perché incompatibili con certe attività, come fare i genitori, lavorare, guidare, etcc…, ma che a causa dei media e del mondo dello spettacolo, tra i quali, cinema, arte e musica, sono venuti a conoscenza e poi attratti da tali ambienti, perché la società mostra come migliore chi ha coraggio, chi non ha paura, chi prova, chi non rispetta le regole.
    Il problema più grosso é che persone integrate, si mettono nel tempo libero a fare cose incompatibili con il loro lavoro o con la loro vita, solo perché attratti da quell’altro stile di vita, o addirittura ancora peggio, per essere accettato da chi ama quello stile di vita.

    Cioé parliamoci chiaro, le sostanze stupefacenti, come anche la cannabis, possono fare molto male, come anche il caffé, le sigarette, l’abuso di zucchero(quest’ultime tre cose legali), ma non per questo é giusto reprimerle totalmente, però é chiaro che determinate cose e determinati ambienti rimangano illeciti per evitare che tutti li frequentino.
    Quindi trovo assurdo voler aprire dei Social Club dove permettere di fumare cannabis, a persone integrate, come maestri, genitori, autisti, istruttori fitness, etc…., perché questo farebbe vedere ai più giovani la droga come ideale, mentre se le persone integrate, i giovani e altre figure, la droga non possono raggiungerla facilmente perché si trova in ambienti non idonei a loro, e che spaventano loro perché luoghi pieni di problemi, la percentuale di consumatori diminuirà costantemente.
    Se una persona non ha fatto una determinata vita, che non auguro a nessuno, se una persona non ha le ragioni mediche per farlo, se una persona ha un lavoro che necessita di lucidità, se una persona é integrata, non dovrebbe consumare cannabis, e non dovrebeb nemmeno farsi i tatuaggi. Nel senso i tatuaggi sono per i carcerati, la cannabis persone di una determinata cultura e grado di intelligenza o con determinate patologie, le persone integrate dovrebbero stare alla larga da ambienti che non sono adatti agli integrati. Poi ci sono quelli che si definiscono Intellettuali, Artisti, Alternativi, che in realtà sono persone integrate che amano un ideale, ma non lo seguono davvero, se non per i simboli che sono tra l’altro la cosa meno significativa del contesto, rovinando così l’arte vera e il vero intelletto.

    Dobbiamo anche aggiungere che i canapai nell’era fino al 2003, e i Social Club proposti recentemente, sono proprio il mezzo per la mafia di diventare legale, ossia se la canapa puô essere venduta, sicuramente la mafia troverà contatti incensurati da affiliarsi per entrare nel business legalmente, esattamente come hanno fatto con il riciclaggio nell’hotellerie e nella ristorazione.

    L’UNICO MODO PER COMBATTERE IL NARCOTRAFFICO È IL MOTODO SEGUITO DALL’URUGUAY, DOVE LA COLTIVAZIONE LEGALE RENDE INSENSATA LA VENDITA DI COMMERCIANTI LEGALI E SPACCIATORI ILLEGALI!
    OVVIAMENTE NESSUN POLTICO TICINESE HA MAI PROPOSTO CIÒ, PERCHÈ?
    FORSE LA MAFIA HA CONTATTI IN POLITICA?

    Mi piace

    1. beh.. non esageriamo 😉 e non facciamo confusione.
      Tuttavia non possiamo escludere eventuali infiltrazioni malavitose nei social club, come non possiamo nemmeno escludere che questo possa gia’ accadere tutt’ora in altri settori con prodotti assolutamente legali. La cosi detta mafia si insinua ovunque, specialmente in un paese benestante come la Svizzera. Le organizzazioni criminali vanno dove gira il denaro, non sono mica scemi. La politica viene costantemente inlfuenzata dalle lobby, ma poi.. chi c’é dietro? ..o sotto?
      Non ho letto l’articolo del CdT, e non l’ho nemmeno trovato sul sito, quindi non so di cosa stai parlando.
      Non ho nemmeno capito il tuo discorso un po caotico sul Drug Testing e le persone integrate o meno, o il grado di intelligenza o con determinate patologie? ..e gli artisti? ..e cosa centra con la cannabis??
      Se una persona ha un lavoro che necessita di lucidità, se una persona é integrata ecc, perché non dovrebbe consumare cannabis?!

      Ho sempre detto che i social club non sono la soluzione definitiva, ma noi di CannabisTi sosteniamo comunque questo progetto. Perché va bene parlarne, e serve per riaprire dibattiti assopiti e discussioni varie. Dobbiamo svegliare un po l’opinione pubblica, e questo va bene.
      Però non mi piace l’idea di ghettizzare le persone in qualche social club, emarginandoli in un angolo nascosto. Questa significa discriminare ulteriormente la cannabis e i consumatori.
      Quindi ci sarebbero ovviamente un sacco di persone che evitano di proposito questi luoghi, per sfuggire e schivare l’etichetta di spinellato, e di conseguenza continuano ad alimentare il mercato nero
      Il nostro obbiettivo é quello di arrivare alla legalizzazione totale, al pari delle bevande alcoliche. Ma con una sostanziale differenza, il vino la birra e affini sono velenosi e pericolosi, mentre la marijuana é sicura e non é velenosa.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...