CannabisTi, Cannabis, Ticino,

Trump allude ad una virata sulla cannabis ricreativa


L’amministrazione Trump ha lasciato intendere una maggior applicazione della legge federale sulla marijuana. Un probabile giro di vite?

WASHINGTON – La Casa Bianca, ha detto Giovedi, si aspetta che gli agenti delle forze dell’ordine facciano rispettare le leggi federali sulla marijuana quando entrano in conflitto con gli stati in cui è consentito un uso ricreativo della cannabis.

“Credo che si vedrà una maggiore applicazione della legge”, ha detto alla stampa il portavoce della Casa Bianca Sean Spicer, per quanto riguarda le leggi federali sulla droga, che ancora elencano la marijuana come una sostanza illegale.

CannabisTi, Cannabis, Ticino,

Questa è un’inversione dalla posizione dell’amministrazione Obama, il quale aveva posto in una nota ufficiale che il governo federale non avrebbe interferito negli stati in cui è consentito l’uso non medico della marijuana.

Questo orientamento era stato rilasciato dopo che due stati – Colorado e Washington – avevano legalizzato l’uso ricreativo di marijuana. Obama ha detto che nel periodo immediatamente successivo di quei voti che il governo federale aveva “pesci più grandi da friggere” evitando un di un giro di vite sul consumo di marijuana negli Stati in cui è considerato legale.

La maggior parte delle operazioni di controllo della droga sono svolte da enti statali e locali, con poco coinvolgimento da parte del governo federale. Far rispettare le leggi sulla marijuana è stata considerata una priorità più bassa per gli agenti di droga federali, che sono rimasti focalizzati su frenare il traffico di stupefacenti e la lotta contro un’epidemia nazionale di abuso di oppioidi.

Spicer, invece, lega l’uso di marijuana con il diffuso abuso di antidolorifici, suggerendo che permettere l’uso ricreativo della marijuana potrebbe essere interpretato come condonare più ampiamente l’uso di droghe.

È stato attento anche nel distinguere tra l’uso di marijuana medica e marijuana ricreativo. Il presidente Donald Trump, ha continuato Spicer, ha capito che la marijuana potrebbe aiutare ad alleviare le sofferenze per i pazienti con malattie terminali.

Nel dettaglio:
il giornalista Roby Brock di Talk Business and Politics (Arkansas) ha chiesto:
“I nostri elettori dello stato hanno approvato una misura di marijuana a novembre, ora siamo in conflitto con la legge federale, come molti altri stati … La mia domanda è -. Com’è la posizione dell’amministrazioni Trump sulla legalizzazione della marijuana quando è in conflitto con la legge federale? “

La risposta di Spicer è stata molto significativa:
“Ci sono due questioni distinte qui, marijuana medica e marijuana ricreativo. Ho detto prima che il Presidente capisce il dolore e la sofferenza che molte persone che passano attraverso e si trovano ad affrontare, in particolare, le malattie terminali, e il comfort che alcuni di questi farmaci e la marijuana medica può portare a loro … e questo è quello che il Congresso attraverso un progetto pilota messo in un disegno di legge, dicendo che il Dipartimento di giustizia non sarebbe finanziato andare contro quelle persone … C’è una grande differenza tra questo e marijuana ricreativo. Credo che quando si vede qualcosa di simile al oppioidi fioritura, porterebbe ad una crisi epidemica in molti stati in tutto il paese, l’ultima cosa che dovremmo fare è incoraggiare le persone … c’è ancora una legge federale che dobbiamo rispettare in termini di marijuana ricreativo. “

Spicer ha disposto la posizione dell’amministrazione in modo più chiaro rispetto a qualsiasi altro funzionario dell’amministrazione fino ad oggi… e lascia presagire niente di buono.

Il neo presidente Trump ha preso posizioni diverse sulla marijuana durante la sua campagna per la presidenza. Nel giugno 2015 aveva detto che l’uso ricreativo legale era “cattivo”, aggiungendo di sentirsi “fortemente su di esso.”

Ma nello stesso anno ha suggerito la questione dovrebbe essere decisa dai singoli Stati e non dal governo federale.

“In termini di marijuana e legalizzazione, penso che dovrebbe essere un problema di stato, stato per stato”, ha detto in Nevada nel mese di ottobre del 2015.

Aveva anche strenuamente appoggiato la marijuana medica, dice Fox News Bill O’Reilly dove era ospite “a favore della marijuana medica 100%.”

Insomma, come al solito il losco multimilionario pasticcione ha detto tutto e il contrario di tutto, e non capisce mai niente
mah.. non ci resta che attendere ulteriori sviluppi, e sperare in un cambiamento rispetto a queste ultime deliranti dichiarazioni 😛

Fonte:
Oregon Cannabis Connection
Fox6now

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...